Lo shampoo solido, sempre più amato e diffuso, è una valida alternativa ai classici detergenti per capelli, soprattutto perché è completamente plastic free.
Cavalcando l’onda del successo moltissimi negozi hanno riempito i loro scaffali di varie tipologie di questo prodotto, ma è anche possibile prepare lo shampoo solido in casa. Scopriamo come fare.

Comodo per viaggiare, a impatto zero e duraturo nel tempo: ecco alcune caratteristiche positive di questo prodotto che lo hanno reso così popolare anche tra i consumatori non sempre attenti all’ambiente. Nell’aspetto è praticamente uguale ad una classica saponetta, ma non dobbiamo farci ingannare poiché differiscono nella composizione; lo shampoo solido è infatti molto più adatto ai capelli grazie aL pH che lo caratterizza.
Se anche voi avete deciso di convertirvi allo shampoo solido e state pensando quale sia la migliore tipologia da acquistare, ecco la nostra proposta: prepararlo in casa. Ma come fare? Scopriamo insieme tutte le ricette e gli ingredienti per avere sempre a portata di mano un detergente per capelli green e sano.

Come preparare in casa lo shampoo solido?

È possibile trovare lo shampoo solido in molti negozi, come erboristerie o shopper che vendono prodotti naturali, ma se vogliamo risparmiare ed essere sicuri di avere tra le mani un detergente per capelli 100% naturale possiamo anche prepararlo in casa. Come fare?
Possiamo dire che il maggiore impegno è individuare la ricetta con le giuste proporzioni. Ecco quindi tutti gli ingredienti e i passaggi per riuscire a creare questo prodotto.

  • 300 ml di olio di cocco
  • 300 ml olio di palma
  • 300 ml di olio d’oliva
  • 150 ml di olio di ricino
  • 15 ml di acqua distillata
  • 50 ml oli essenziali
  • 120 ml di liscivia

Come prima cosa dobbiamo dobbiamo mettere l’acqua distillata in un contenitore ben pulito e aggiungere la liscivia, soluzione alcalina che possiamo trovare nei negozi che vendono prodotti naturali, oppure online.
Noteremo che la miscela inizierà a surriscaldarsi e dobbiamo mescolare controllando la temperatura e aspettando che raffreddi; per questo passaggio ci occorre infatti un termometro per alimenti.
Nel frattempo dobbiamo mescolare tutti gli oli (tranne quelli essenziali) e metterli nel pentolino per farli scaldare. La temperatura che dobbiamo raggiungere sia per gli oli sia per la liscivia è di 100°.
Una volta raggiunto questo risultato possiamo unire tutti gli ingredienti e aggiungere gli oli essenziali, nella fragranza che preferiamo e mescolare con la frusta. Quando il composto è omogeneo possiamo metterlo nello stampo e lasciarlo riposare, coperto con uno strofinaccio per 24 ore. Quando si solidifica e si raffredda, possiamo estrarlo dallo stampo e tagliarlo a fette che saranno le nostre saponette.
Consigliamo di conservare lo shampoo a secco in un portasapone, di tenerlo lontano dal getto diretto dell’acqua della doccia e, dopo l’utilizzo, farlo asciugare bene prima di riporlo nel proprio contenitore.

Come utilizzare lo shampoo solido?

Ma come dobbiamo utilizzare lo shampoo solido? Semplice! Come una qualsiasi barretta di sapone! Dopo aver bagnato i capelli con l’acqua della doccia, dobbiamo semplicemente strofinare la saponetta sui capelli fino ad ottenere una morbida schiuma. Dobbiamo poi massaggiare dalla cute alla punta della nostra chioma, come i polpastrelli, esattamente come fosse uno shampoo tradizionale. Per il risciacquo consigliamo di utilizzare una soluzione acida in grado di ristabilire il giusto PH, a base di aceto di mele o succo di limone. In alternativa risciacquate con semplice acqua.

Ai primi utilizzi è possibile che il risultato non sia dei migliori: molti consumatori hanno notato che i capelli erano opachi e grassi. Con il passare del tempo però la nostra chioma si abituerà alla composizione di questo nuovo detergente per capelli. Sicuramente effettuare il risciacquo con l’aceto di mele sarà un grande aiuto per avere una chioma lucente e leggere. In ogni caso dopo qualche lavaggio il risultato migliorerà senza dubbio