La melissa è una pianta officinale che, grazie alle sue caratteristiche e alla proprietà benefiche, risulta un importante alleato naturale per l’organismo umano.

Il nome melissa sembra abbia origine dal greco la cui radice meli significa miele. Ciò probabilmente deriva dal fatto che il profumo della pianta attira le api, che ne succhiano volentieri il nettare.
Fin dall’antichità questa pianta veniva utilizzata per calmare i nervi e per rallegrare l’umore, ma anche come antidolorifico in caso di mal di denti, mal di testa e altre patologie dai sintomi particolarmente fastidiosi. Le proprietà della malva sono tutt’oggi sfruttate: in erboristeria possiamo trovare moltissimi prodotti a base di melissa, che vengono consigliati per la loro azione antispasmodiche e antinfiammatorie, ma soprattutto per l’effetto calmante che questa pianta svolge sul nostro umore.
Ma andiamo ora a scoprire più nel dettaglio quali sono le caratteristiche e le proprietà di questa pianta così benefica e quali sono i benefici che regala al nostro organismo la melissa.

Quali sono le caratteristiche della Melissa?

La pianta di melissa, conosciuta in ambito scientifico con il nome di melissa officinalis, appartiene alla famiglia delle Labiate, la stessa famiglia del timo. Proprio come il timo, anche la melissa è una pianta erbacea perenne che cresce in modo cespuglioso e, proprio come il timo, si può coltivare nelle bordure dell’orto o in vaso. La coltivazione risulta molto semplice perché non richiede particolari attenzioni e cure ed oltre ad essere una pianta medica è anche perfetta per ornare i nostri giardini.
La pianta melissa si sviluppa in altezza per circa 25-30 cm, tende a espandersi orizzontalmente e presenta dei fiori dal caratteristico colore lilla. La fioritura si verifica a inizio estate, a partire dai mesi giugno e luglio. Dai fiori di melissa si svilupperanno dei frutti ricchi di semi, ma sono le foglie a custodire tutte le proprietà benefiche della pianta poiché sono ricche di oli essenziali e altre sostanze naturali che le rendono un toccasana naturale per il nostro organismo.

In erboristeria possiamo trovare tantissimi prodotti, dagli oli essenziali alla tintura madre, che racchiudono tutte le caratteristiche e le proprietà di questa pianta; andiamo a scoprire quindi quali sono i benefici che la melissa ha sul nostro organismo.

Proprietà della melissa

Ma quali sono nello specifico le tanto decantate proprietà della melissa? Come abbiamo già detto le foglie di melissa racchiudono la maggior parte delle sostanze benefiche che rendono la melissa una pianta che svolge azioni così positive per l’organismo. Esse sono infatti ricche di olio essenziale, che conferisce alla pianta un aroma gradevole e il sapore del limone, e che svolgono un’azione in grado di combattere stati d’ansia con somatizzazioni a carico del sistema gastroenterico.

Per la sua azione antispasmodica e antinfiammatoria è indicata in caso di dolori mestruali, nevralgie, disturbi della digestione, nausea, flatulenza crampi addominali, colite e anche il mal di denti e altre patologie con sintomi molto dolorosi.
Questa pianta è utilizzata anche nel trattamento del mal di testa, quando è causato da tensione nervosa, grazie alla presenza dell’olio essenziale che agisce come calmante sul sistema nervoso, e rilassante su quello muscolare; in pratica assumendo la melissa riusciamo a rilassare i muscoli del collo e limitiamo la tensione che provoca il dolore.

Inoltre la melissa agisce sul nostro umore: il suo uso è particolarmente indicato in presenza di un quadro d’irritabilità generale, insonnia causata da stanchezza eccessiva, nervosismo, sindrome premestruale, e tachicardia su base funzionale. Possiamo assumere le gocce di estratto di melissa in periodi particolarmente stressanti della nostra vita e ridurre così tutti i sintomi causati da questa particolare situazione.
Infine l’estratto di foglie fresche di melissa possiede attività antivirale, dovuta alla presenza di acidi polifenolici e polisaccaridi, contro Herpes simplex.